giovedì 12 maggio 2016

RECENSIONE: THE CROWN, di Kiera Cass

Titolo: The Crown
AutoreKiera Cass
Serie: The Selection
Editore: Sperling&Kupfer
Trama: Nel regno di Illéa è iniziata una nuova era. E una nuova competizione. A vent'anni di distanza dall'inizio dell'amore tra America Singer e il principe Maxon, infatti, è la loro primogenita, Eadlyn, a doversi confrontare con i trentacinque pretendenti arrivati a Palazzo per conquistarla. Ora, anche per lei, è arrivato il momento di una scelta. La più difficile e la più importante. E non ci potrebbe essere periodo peggiore per farla. Perché a Palazzo tutti sono sconvolti per i recenti eventi che hanno interessato la famiglia reale, e regna un inquietante silenzio. Eadlyn però sa di non poter rallentare: per il suo bene e quello della sua famiglia, deve portare a termine la Selezione. Adesso. Nonostante tutto. Anche se ai suoi occhi non ha alcun senso. La sua unica e ultima speranza è che, alla fine, in qualche inspiegabile modo, dovere e amore vengano a coincidere. Il tempo stringe, ma il cuore ha sempre un modo tutto suo di sorprenderci...

ATTENZIONE SPOILER

The crown riprende da dove The heir aveva concluso; America ricoverata, il popolo di Illéa che non sopporta la principessa Eadlyn, e il regno che continua in un modo o nell'altro ad andare a rotoli.
Maxon che ovviamente rimane accanto alla sua Regina, e il principe quasi inesistente perché scappato in Francia per sposarsi con la sua amata Camille. 
Eadlyn quindi cerca in un modo o nell'altro di prendere le redini del regno.
In questo ultimo volume possiamo vedere un cambiamento radicale di Eadlyn, da una ragazza viziata dove non voleva assolutamente prendere parte alla sua selezione, a una ragazza che capisce quali sono le sue responsabilità e cerca di dare il meglio di se stessa, cercando anche di innamorarsi solo per il bene del suo popolo. 

Questo libro non è assolutamente prevedibile come poteva essere la trilogia di The selection, almeno considerato sotto il mio punto di vista, la narrazione è come tutti i suoi altri libri scorrevole e veloce, si riesce a leggere questo libro in meno di un giorno e non riesci a staccarti dalle pagine. 
Ci sono però dei particolari che non ho apprezzato come negli altri suoi libri. In the crown non sono riuscita a sentire quel sentimento d'amore che Eadlyn provava per il ragazzo scelto. Si poteva sentire quel contatto che avevano America e Aspen, o America e Maxon, ma con Eadlyn non ho sentito quel sentimento palpabile. 
L'unico era Kile con cui riuscivo a sentire quel piccolo feeling che c'era, infatti era il mio preferito, ma ahimè l'ha bandito da palazzo.. KIERA MI PRENDI IN GIRO? 

Ancora complimenti però all'autrice perché è riuscita molto bene a non farci capire fino alla fine chi, Eadlyn avrebbe scelto: ERIK 



''-Infrangi quella stupida regole, Eadlyn. Sposa l'uomo che ami. Se vale abbastanza per avere la tua approvazione, allora ha senz'altro anche la mia. E se il popolo non starà bene, sarà un problema suo. Perché tu chi sei?-
-Io sono Eadlyn schreave e nessuno al mondo è più potente di me-, affermai senza pensarci.
Annuì- -Hai maledettamente ragione.-"












Mi dispiace dover dare a questo libro solo tre babbit ma l'ho percepito più piatto degli altri volumi, anche se, come ho scritto precedentemente, è un volume assolutamente non banale e con delle evoluzioni ottime della protagonista.

VOTO: 

mercoledì 11 maggio 2016

WWW. WEDNESDAY

Buongiorno lettori, oggi è Mercoledì quindi cominciamo la giornata pubblicando la rubrica:



- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)

Al momento non sto leggendo nulla, solamente perché appena ieri pomeriggio ho finito: The Crown, di Kiera Cass, e non ho avuto un momento libero per iniziare a cominciare qualcos'altro.

- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)

Come vi ho accennato sulle righe sopra, ho finito ieri The Crown, questa sera pubblicherò la recensione


- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

Credo proprio che comincerò a leggere La ricetta segreta per un sogno, ho comprato questo libro tempo fa e non vedo l'ora di iniziarlo.




E voi cari lettori? Cosa state leggendo? Quale libro avete appena finito e quale non vedete l'ora di leggere? 



lunedì 9 maggio 2016

RECENSIONE: THE HEIR, di Kiera Cass




TRAMA: 
Sono passati 20 anni dalla Selezione che ebbe come protagonisti Maxon e America, da allora son cambiate molte cose, le caste non esistono più e l'erede al trono è una donna! Purtroppo tra il popolo cresce il malumore e così il re e la regina decidono di promuovere una nuova selezione e questa volta a partecipare saranno 35 ragazzi! Eadlyn non è per nulla entusiasta di questa nuova selezione, ma piano piano inizierà ad affezionarsi ad alcuni dei pretendenti e forse riuscirà anche a innamorarsi...



Avrete capito che in questo caso la selezione sarà tra trentacinque ragazzi e non ragazze, e oltre a questa differenza c'è anche quella delle caste, abolite anni prima dal re Maxon e la regina America. Il problema è che anche se le caste sono state abolite, ci sono lo stesso molti problemi nel regno, per questo il re decise di dare al popolo qualcos'altro su cui pensare per tranquillizzare le acque: 
La selezione.
Ci sarebbe molto da dire su questo volume, sul carattere di Eadlyn, sulla selezione, sui pretendenti, e di come Kiera abbia fatto, secondo me, un salto di qualità
Il modo di scrivere è sempre molto scorrevole e chiaro e anche questo è un libro che non ti stanca e non ti pesa leggere. Insomma non impegnativo.
Il salto di qualità non lo pensavo nel modo di scrivere ma in qualità di storia, è riuscita a dare un carattere definito ad Eadlyn, per poi nel corso del libro, farla cambiare idea su delle sue fissazione come: la selezione. 
Come ogni essere umano è normale cambiare idea, e con Eadlyn lo possiamo proprio notare questa cosa, prima era molto scettica, quasi antipatica, ma con il passare del tempo con i suoi selezionati, si ritrova coinvolta con questi ragazzi.
Mi piace molto questo libro, perché a confronto di Maxon con America, in Th Heir non si riesce a capire chi preferisce la nostra principessa, e i ragazzi sono così descritti bene e ognuno con un carattere definito ( come Eadlyn ) che non riesci neanche tu da lettore a capire chi preferisci, io ho un'idea di chi vorrei con lei, ma è stata comunque una scelta difficile.


#TEAMKILE


Domani... ormai oggi... esce The Crown. 
SIETE PRONTI A CORRERE IN LIBRERIA?

VOTO



RECENSIONE THE ONE, di KIERA CASS


Ciao a tutti, scusate la mia assenza, l'Università e il lavoro mi hanno fatto un'altra volta abbandonare il mio blog, ma come vedete ritorno perennemente, non vi libererete di me. 

Oggi sono qui a recensire The One anche se l'ho letto tantissimo tempo fa, mi sono resa conto solo ora che dovevo ancora farlo, stessa cosa vale per The heir.
Quindi prepariamoci per un full immersion. 

TRAMA: 
La Selezione che ha cambiato per sempre la vita di trentacinque ragazze sta per concludersi. E l’emozione e la confusione del primo giorno, quando America Singer ha percorso la scalinata del Palazzo, sono ormai solo un ricordo. Di certo America non avrebbe mai immaginato di arrivare così vicino alla corona, o al cuore del principe Maxon. Eppure per lei non è stato facile. Divisa tra i suoi sentimenti per Aspen, guardia a Palazzo e suo primo amore, e la crescente attrazione per Maxon, ha dovuto lottare con tutta se stessa per essere dov’è ora. A un passo dalla fine della Selezione, America però non può più permettersi incertezze. Deve scegliere. Prima che qualcuno lo faccia per lei.




The Selection e The Elite mi erano piaciuti, e se anche voi non avete voglia di leggere libri immensi e impegnativi, questa è la trilogia che fa per voi. Ma credo che si possa intuire in ogni caso leggendo la trama.
Vedo su internet molte persone che o hanno apprezzato il libro ( o la trilogia ) e altre invece che l'hanno quasi detestata. Leggendo le mie due recensione dei libri precedenti si può capire che io sono una di quelle persone che ha adorato questa storia. 
Il modo di scrivere di Kiera rimane sempre molto chiaro e per niente faticoso.
ATTENZIONE SPOILER


In The One possiamo finalmente conoscere la scelta di America fra Maxon e Aspen, e direi pure finalmente, quindi il triangolo amoroso è stato eliminato. SONO CONTENTISSIMA CHE ABBIA SCELTO MAXON.  Però, dopo essere stata con il piede in due staffe per tanto tempo, e Maxon aver scoperto la relazione che aveva avuto con Aspen, il rapporto di Maxon e America in tutto il volume era colmo di alti e bassi. GIUSTAMENTE.  Ero e sono tutt'ora d'accordo con Maxon, lei per tanto tempo era sempre stata confusa, ora che le idee chiare ce le aveva lei quindi era anche il suo turno di aspettare la decisione di Maxon.  
Parlando delle selezionate, in The One, giorno dopo giorno diventavano sempre più amiche, e la competizione non si sentiva neanche più. Ma credo sia normale, dopo aver passato tanto tempo insieme io me l'aspettavo che diventassero amiche. Vi ritroverete ad amare Celeste, lo so che è pazzesco ma è così, ritrovarsi ad amare un personaggio che si odia dall'inizio per me è sempre piacevole, non so voi.. In ogni caso la amerete per poco perchè alla fine Celeste fa una brutta fine, e si in quel punto c'ero rimasta veramente MALE. Non credevo che Kiera arrivasse a tanto, è stato un colpo di scena completamente inaspettato.
Alla fine di tutto ovviamente Maxon sceglie America, finale più scontato di questo non ci poteva essere.

VOTO: 

A questa sera con la recensione di: The Heir


Forse ti possono interessare: 


lunedì 28 marzo 2016

Compere mensili

Buongiorno a tutti, buona Pasqua e buona Pasquetta
Oggi sono qui con voi non per recensire ma per sperare di incuriosirvi con le mie compere mensili libresche. AMMETTO CHE MAGARI QUESTO MESE SIANO STATE FIN TROPPE.
Comunque spero che qualcuno di voi abbia letto già almeno uno dei miei nuovi libri e mi dia un parere. Ecco a voi:

Questa trilogia l'ho trovata quasi a venti euro, e avendo già letto un libro di Rachel Van Dyken ed essermi piaciuto molto sia il libro, che il modo di scrivere dell'autrice, non ho potuto lasciare questi libri in libreria.
( qui potete trovare la recensione di: La bambina numero otto )
Spero che questa trilogia romantica non mi deluda


TRAMA
Una ragazza alla ricerca dell’amore
Due fratelli diversissimi tra loro
Una scommessa apparentemente innocua
E un weekend in cui può succedere di tutto…

E' bastata una notte per mandare in frantumi l'esistenza di Kacey Jacobs. Da allora, lei ha abbandonato gli studi, si è trasferita in un’altra città e ha trovato un lavoro. Ma, proprio quando pensava di essersi lasciata tutto alle spalle, ecco che il passato torna a bussare alla sua porta. Letteralmente. Jake Titus si presenta da lei e per chiederle aiuto. D’istinto, Kacey vorrebbe cacciarlo subito via, ma come rifiutare un favore al suo unico, grande amore? In fondo si tratta di andare a casa dei genitori di Jake e di fingersi la sua fidanzata per un weekend. Un weekend in cui, magari, Kacey potrebbe fargli capire di essere davvero la ragazza giusta per lui. Purtroppo nessuno l’ha informata che tra gli invitati ci sarebbe stato pure Travis, il bellissimo – e odioso – fratello maggiore di Jake…
È solo un’occasione tutto ciò che desidera Travis Titus. Da bambino, ha scommesso con Jake che, una volta diventato grande, avrebbe sposato Kacey. E, nel corso degli anni, le ha provate tutte per fare colpo su di lei: inutilmente. Anzi, sembra proprio che Kacey non lo possa sopportare. Ma adesso lui è una persona diversa, e vuole confessare a Kacey i suoi sentimenti. Saranno sufficienti due giorni per conquistare il suo cuore, o dovrà rassegnarsi a guardare la donna della sua vita cadere tra le braccia del fratello?






Oltre ad aver preso il libro in lingua firmato dalla grandissima Cassandra Clare, dovevo OVVIAMENTE comprarmi pure il libro in italiano.
Però punti a sfavore per me, devo ancora leggere le novelle dell'Accademia, e non lo farò finché non ci saranno in Cartaceo. Quindi so che mi toccherà aspettare mesi e mesi... ma so anche che ne varrà la pena.









TRAMA
Los Angeles 2012. Sono passati cinque anni da quando Emma Carstairs ha perso i genitori, barbaramente assassinati. Dopo il sangue e la violenza a cui ha assistito da bambina, la ragazza ha dedicato la sua vita alla lotta contro i demoni ed è diventata la Shadowhunter più talentuosa della sua generazione. Non ha però mai smesso di cercare coloro che hanno distrutto la sua famiglia e, quando si rende conto che l'unico modo per arrivare ai colpevoli è quello di allearsi con le fate, da anni in lotta con gli Shadowhunters, non si tira indietro. È una partita molto pericolosa, ma Emma, insieme a Julian, suo migliore amico e parabatai, ha tutte le intenzioni di giocarla fino in fondo. Non solo la ragazza potrebbe finalmente vendicarsi, ma per Julian si apre la possibilità di riabbracciare il fratello Mark, che anni prima era stato costretto a unirsi al Popolo Fatato. Inizia così una corsa contro il tempo, un'indagine ricca di colpi di scena, dove i bluff e i doppi giochi non mancano e i sentimenti più profondi sono messi a dura prova. Compreso quello che lega Emma e Julian, forse di natura diversa rispetto a quel legame puro, unico e indissolubile che dovrebbe unire due parabatai: un sentimento che la Legge non accetta. Questa è un'edizione speciale con il racconto in esclusiva La festa di fidanzamento.




La ricetta segreta per un sogno mi ha catturato fin da subito, il mio giro in libreria non era finito e la copertina di questo fantastico libro mi aveva letteralmente rapita.
Dopo aver letto la trama mi ha incuriosito a tal punto di comprarlo, non vedo l'ora di leggerlo.

TRAMA
Il primo profumo che Elettra ricorda è quello del pane appena sfornato e dei biscotti speziati. Nella panetteria in cui è cresciuta ha imparato da sua madre che il cibo è il modo più semplice per raggiungere il cuore delle persone. Ma adesso che lei non può più occuparsi del negozio e ha lasciato tutto nelle mani di Elettra, i suoi dolci non hanno più questo potere. E tutte quelle domande rimaste in sospeso tra loro non hanno una risposta. Domande su un passato che la donna non ha rivelato a nessuno, nemmeno a lei, sua figlia. Elettra, persa e smarrita, sente di non avere altra scelta: deve fare luce su quei silenzi. Eppure in mano non ha altro che una medaglietta con inciso il nome di un’isola misteriosa, e una ricetta: quella dei pani all’anice che sua madre cucinava per sconfiggere la malinconia e tornare a sorridere. Proprio quei dolci le danno la forza per affrontare il viaggio verso l’isola del Titano, un pezzo di terra sperduto nel Mediterraneo la cui storia si perde in mille leggende. Se su un versante la vita scorre abitudinaria, sull’altro solo cortei di donne vestite di nero solcano stradine polverose che portano al mare. Un luogo in cui ogni angolo nasconde un segreto, una verità solo accennata. Un luogo in cui risuona l’eco di amori proibiti e amicizie perdute. Ma Elettra non ha paura di cercare, di sapere. Deve scoprire come mai il vento dell’isola porta con sé gli stessi sapori della cucina di sua madre, la stessa magia dei suoi abbracci che la facevano sentire protetta quando era bambina. Deve scoprire il legame tra la donna più importante della sua vita e quel posto. Perché solo così potrà ritrovare sé stessa. Solo così Elettra potrà credere di nuovo che cucinare è un gesto d’amore e che davvero esiste una ricetta per non dimenticare mai di sognare. La ricetta segreta per un sogno è un caso editoriale internazionale venduto in tutta Europa. Un romanzo indimenticabile sul potere del cibo e sulla forza del passato.
Un romanzo capace di trasportare su un’isola affascinante e segreta in cui tutto è possibile. Un romanzo su una donna alla ricerca delle proprie radici.

Questo libro l'ha scelto il mio ragazzo che è un amante dei film Thriller e quando stavamo cercando qualcosa di interessante per me, mi ha mostrato questo libro.
La trama sia a me che a lui ha fatto immaginare immediatamente ad un film, infatti mi ha subito chiesto poi di dirgli come va a finire e di informarmi se esiste un film basato su:
SEGRETO DI FAMIGLIA.
Sfortunatamente per lui che non gli piace leggere. BABBANO. Il film non esiste, quindi glielo riassumerò poi.

TRAMA
A Stoccolma è un freddo e piovoso venerdì di maggio, quando la piccola Lycke, di soli otto anni, scompare improvvisamente nel centro della città. La rete televisiva nazionale si lancia subito sulla notizia e manda sul campo un’inviata specializzata in cronaca nera, Ellen Tamm. Chi ha visto Lycke per l’ultima volta? Chi sono i suoi genitori? Il padre e la madre di Lycke sono separati ed è stata la nuova moglie del padre ad accompagnare la bambina al centro sportivo, dove se ne sono perse le tracce. La donna, madre a sua volta da poco, racconta la sua versione dei fatti, ma ci sono delle zone d’ombra nella testimonianza. La tata che ha cresciuto la bambina è chiusa nel dolore. La madre di Lycke invece è imperscrutabile, soffre ancora il peso del divorzio e di una depressione post partum mai affrontata. Il padre, dal canto suo, non si dà pace. Nel frattempo Ellen si impegna in una ricerca spasmodica, nonostante la corruzione della polizia, i sempre più strani comportamenti dei genitori di Lycke e le frecciate velenose dei colleghi. Ma ha deciso di fare il possibile per fronteggiare la situazione da vera professionista, perché questo caso le ricorda da vicino ciò che conosce sin troppo bene: segreti di famiglia, bugie, inganni che la obbligheranno a confrontarsi con il proprio doloroso passato, mentre le speranze di ritrovare la bambina scomparsa si assottigliano…


Ammetto di aver letto solamente una novella di John Green, una delle tre storie che raggruppate formano il libro Let it go ( qui potete trovare il link per la recensione ) e devo dire che mi era piaciuto il modo di scrivere, non credo che aver visto i film Colpa delle Stelle e Città di Carta c'entri poco con aver letto i suoi libri, ma da qualche parte devo pur cominciare anche io.
Finalmente mi sono decisa a prendere uno e ho scelto Cercando Alaska. Devo ammettere di essere tesa, ho voglia di leggerlo.

 
TRAMA
Miles Halter, sedici anni, colto e introverso, comincia a frequentare un'esclusiva prep school dell'Alabama. Qui lega subito con Chip, povero e brillantissimo, ammesso alla scuola grazie a una borsa di studio, e con Alaska Young, divertente, sexy, attraente, avventurosa studentessa di cui tutti sono innamorati. Insieme bevono, fumano, stanno svegli la notte e inventano scherzi brillanti e complicati. Ma Miles non ci mette molto a capire che Alaska è infelice. e quando lei muore schiantandosi in auto vuole sapere perché. È stato davvero un incidente? O Alaska ha cercato la morte?







mercoledì 23 marzo 2016

RECENSIONE: PERFECT, la perfezione in un attimo di Alison G Bailey

Buona serata a tutti cari miei lettori, vorrei ringraziare DeAGOSTINI per avermi inviarmi questo libro, e chiedo umilmente scusa per la lunga attesa di questa recensione, ma l'ho cominciato solo alle 22.00 di ieri notte e l'ho finito di leggere questa mattina alle 03.40 ! Non prendetemi per pazza vi prego, ma avevo assolutamente un bisogno fisico di finire questo libro prima di addormentarmi.

Titolo: Perfect. La perfezione di un attimo
Autore:
Alison G. Bailey
Editore:
DeAgostini
Data:  8 marzo 2016
Genere: Young adult

TRAMA

Può la vera felicità durare più di un attimo? È quello che si domanda Amanda, diciotto anni e una vita di insicurezze, quando decide di rifiutare con ostinazione l'amore di Noah. Noah che è il suo migliore amico, la sua anima gemella, il suo cavaliere dall'armatura scintillante. Amanda sa che Noah potrebbe renderla felice, immensamente felice, ma sa anche che tanta felicità potrebbe non durare. E perdere Noah le spezzerebbe il cuore. Ecco perché preferisce rinunciare a lui, e all'illusione di un momento, piuttosto che vivere con il rimpianto di averlo perso per sempre. Per molto tempo Amanda e Noah si rincorrono, soffocando la passione che li divora, gettandosi a capofitto in storie sbagliate e avventure di una notte. Ma quando un tragico evento sconvolge la vita di Amanda, le cose cambiano. Costretta a lottare con tutte le proprie forze per ricominciare, la ragazza capisce che al mondo non esiste dono più prezioso di ogni singolo istante in cui possiamo respirare, correre, ridere e... amare. E si rende conto di non avere più nemmeno un secondo da sprecare. Perché, a volte, un solo attimo di felicità vale più di una vita intera.


Non saprei sinceramente da dove cominciare con la recensione, questo libro è l'unico per ora che una volta finito mi ha lasciata senza parole e con un sapore dolce-amaro in bocca.
Mi ero già fatta un'idea in testa di come poteva essere il libro e cosa sarebbe successo tra i capitoli, e vi assicuro che sono rimasta stupita pagina dopo pagina. Tutto il mio castello di pensieri ogni volta che giravo pagina si sfracellava.
Amanda e Noah sono nati lo stesso giorno dello stesso anno, 23 Marzo 1990, sono cresciuti insieme e sono migliori amici dal giorno in cui sono nati e ogni loro prima volta l'hanno sempre affrontata insieme, ma la loro amicizia sarà sempre messa a dura prova con il corso del libro. Adorabile l'inizio dove ci fanno conoscere la loro infanzia e il motivo per cui lui la chiamerà con il soprannome: Tweet.
Avere una visione di loro due da quando erano solo dei bambini per poi ritrovarsi con Noah e Amanda al liceo e poi al college mi è veramente piaciuto. Noah è descritto come il ragazzo perfetto, invece Amanda come una ragazza con l'autostima sotto i piedi.
COMMENTO PER UN SECONDO IL COMPORTAMENTO DI AMANDA, anzi, MI SFOGO.
Credo che il più delle volte l'avrei presa a sberle e il mio istinto era quello di tirarle testate su testate.
SUL SERIO.
Non sono molto nella posizione di giudicare il suo comportamento perché il mio migliore amico è il mio ragazzo, ma lo è diventato SOLO DOPO l'inizio della nostra relazione. Quindi non so cosa significhi innamorarsi di un amico d'infanzia/migliore amico, e quindi non saprei cosa al suo posto avrei fatto. Se provare ad avere una relazione con lui sapendo che in futuro magari qualcosa poteva cambiare oppure rimanere con una gelosia perenne, di vedere il ragazzo che amo sempre con altre ragazze... Ok pensandoci bene io non avrei mai preso la sua decisione ( che capirete leggendo il libro ) MAI.
In più odio il fatto che ritenesse che lei non era all'altezza del mondo intero. Ogni volta che nominava quella frase le avrei spezzato l'osso del collo. GIURO.
L'unico lato positivo della personalità di lei, era il poter leggere le reazioni del suo migliore amico.
Noah lo amo, ad un certo punto del libro speravo che la facesse ragionare con molta più insistenza ma Amanda aveva la testa fin troppo bacata.. In ogni caso i loro momenti nel libro sono stati veramente perfetti, potevi quasi sentire il sentimento che c'era tra di loro, toccarlo. L'ho apprezzato veramente tanto.
Si può capire dunque che questo libro per me è stato un altalena di emozioni, dall'amore che provavo per loro, al fastidio di vari comportamenti di lei, alla delusione da parte di Brad, una rabbia sfrenata per Beth, Brooke Brittani. LE HO ODIATE DALLA PRIMA ALL'ULTIMA. E in fine alla tristezza per alcuni momenti che ti facevano aprire il cuore e inzuppare il cuscino di lacrime.

"Ho solo bisogno di un po’ di tempo per capire come posso averti nella mia vita senza che tu sia la mia vita.”

Perfect ci racconta di una storia d'amicizia tramutata in amore passando da dei bambini a degli adolescenti, infatti io quando cominciai a leggerlo ero convinta che fosse una di quelle solite storie romantiche che ultimamente piacciono a tutti. COMPRESA ME.
Ma quando sarete immersi nella lettura della vita di questi due migliori amici, ci sarà una cosa inaspettata che vi farà ricredere su questo libro.
Per me ne è valsa veramente la pena leggerlo, non sono riuscita a staccare letteralmente gli occhi da questa storia, alla fine del libro dopo un'ora di lacrime su lacrime feci un sospiro di sollievo inaspettato.
Questo libro da una lezione di vita a tutti noi, dobbiamo pensare al presente, non dobbiamo farci influenzare dal passato o la paura di sbagliare per un imminente futuro. Scegliamo sempre il nostro cuore.
Perfect dalla prima all'ultima pagina non mi ha dato pace, dovevo sapere della loro storia, dovevo sapere come sarebbe finita tra di loro e la scrittura della nostra Alison Bailey, così leggera e scorrevole non mi ha fatto pesare per niente questo libro, a volte mi sfuggiva anche una risata per delle frasi colme di ironia e sarcasmo.
Vorrei dare cinque Babbitt a questo libro.. ma per l'odio puro che ho provato nella maggior parte del libro per Amanda, voto con quattro Babbitt

VOTO: